Genova in Bocca
Genova in Bocca Ricette tradizionali della cucina genovese e molto altro
   
   
   
FOTOCRONACA Berodo (Sanguinaccio) con cipolle  

Ingredienti Berodo con cipolle

Berodo2

Berodo3

Berodo4

 

Ingredienti per 4 persone

4 Berodi – 8 se piccoli
1 Cipolla

1 Bicchiere di vino bianco secco

1 Cucchiaio abbondante di farina

Olio d’oliva
Sale q.b.

 

 

Preparazione:

Dopo avere soffritto in poco olio d’oliva la cipolla tagliata sottile aggiungere i Berodi tagliati a fette.
Cuocerli per
  10 min. aggiungendo il vino bianco e a fine cottura addensare il sugo con farina.
Ottimi con un contorno di purè di patate.

Può essere accompagnato da un rosso del Tigullio.

 

Curiosità.

In Liguria si tramanda che il Berodo abbia origine in Val Polcevera (entroterra genovese) nel periodo precristiano sotto il dominio di Roma.
Il 13 dicembre, giorno di S. Lucia, nelle campagne liguri veniva tradizionalmente ucciso il maiale dal sangue del quale, per non perdere nulla, veniva ricavato il Berodo.
Il Berodo infatti è un insaccato di sangue fresco e latte non scremato con aggiunta di pinoli, uvetta, sale, pepe e dadini di lardo collocati in un budello fatto con l’intestino dello animale stesso; infine veniva bollito.





Fino agli anni settanta i negozianti facevano per Natale un piccolo presente ai propri clienti:il panettiere omaggiava il panettone genovese. Il macellaio omaggiava il berodo.
 



Con il termine Berodo in genovese si intende anche una persona sempliciotta oppure sciocca.
indietro  
home page